top of page
  • Immagine del redattoreHOLOS

Il silenzio è una cosa viva

Si può entrare in contatto anche senza parlare


l silenzio è un po’ come la luce, bisogna affinare i sensi per accorgersi di quante diverse sfumature di luce in una giornata incontriamo. È così per il silenzio. Ci sono infinite varietà di silenzio. Ogni silenzio dice qualcosa. Nello stesso tempo, il silenzio è solo silenzio. Non esiste il silenzio mio o tuo. Fare silenzio insieme è una profondissima comunione: le diverse esperienze di vita, i diversi stati d’animo possono creare complicità o avversione, il silenzio consapevole unisce. Il silenzio sa. Nel silenzio s’impara. 


In un mondo in cui si dà molto importanza alla comunicazione verbale il silenzio può essere uno strumento importante per sviluppare la nostra creatività decisionale. Nel silenzio si impara ad ascoltare, a concentrarsi e porre maggior attenzione: al cliente, al collega e anche a noi stessi. Questa è una delle nostre leve di innovazione: nel silenzio, impariamo ad ascoltare in modo più attivo, cogliamo nuove informazioni e prospettive. Una stanza in cui si fa silenzio è un luogo in cui s’impara ad accorgersi di quel che c’è già, a non trascurarlo e inoltrarsi, con fiducia, nel non-conosciuto. L'ascolto attivo è essenziale per comprendere appieno i bisogni degli altri: l'uso strategico del silenzio può rompere gli stereotipi e attirare l'attenzione su nuovi modi di comunicare e interagire. Tutte queste attitudini ci proiettano in modo vivo e non cristallizzato verso il cliente, il mercato del lavoro, l’altro, come vivo è il silenzio da cui partiamo: una scelta di accoglienza. 


La Redazione di HOLOS

33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page