top of page
  • Immagine del redattoreHOLOS

Legge 162/2021 e Certificazione della Parità di Genere.

Un’occasione per un corretto approccio alla sostenibilità di impresa.


La novità principale della legge 162/2021 è l'introduzione della c.d. Certificazione di Genere: si tratta di una certificazione libera che le aziende più attente a questo tema potranno richiedere, a specifici organismi accreditati per il rilascio, per attestare la conformità dell'organizzazione di impresa ai principi di parità tra i generi, in punto di retribuzione e condizioni di carriera.

L’obiettivo è di incentivare le aziende ad adottare politiche adeguate a ridurre il gap di genere e vengono introdotte nuove disposizioni su questi temi:

  • Rapporto biennale

  • Discriminazione

  • Certificazione

  • Esonero contributivo

  • Premialità e vantaggi con la PA


La Certificazione attesta l‘esistenza all’interno delle imprese di un sistema atto a garantire la parità di genere nel contesto lavorativo.

Tutte le aziende possono certificarsi, anche quelle che non hanno l’obbligo di invio della relazione biennale (meno di 50 dipendenti).

Il sistema di verifica prevede l‘analisi di un insieme di indicatori prestazionali (KPI) tanto quantitativi che qualitativi relativi a 6 aree di osservazione:

  1. Cultura e strategia

  2. Governance

  3. Processi HR

  4. Opportunità di crescita

  5. Equità remunerativa

  6. Tutela genitorialità e conciliazione vita-lavoro


Ogni area ha un peso specifico (100% totale) e la certificazione si ottiene al raggiungimento un punto minimo del 60%.

Sono previste semplificazioni per le micro-piccole aziende.


Chi è autorizzato a rilasciare questo tipo di Certificazione?

Occorre sempre un’organizzazione di certificazione (ODC) esterna all’azienda, che sia accreditata presso ACCREDIA e abbia a sua volta implementato un sistema di gestione conforme alla UNI PdR. Ad oggi i primi organismi di certificazione accreditati sono DNV, BUREA VERITAS, RINA, UNITER, CERTIFICATION, GCERTI.


Il gruppo di verifica è composto da almeno un auditor 9001 con conoscenza approfondita e documentata della presente Pds e della linea guida UNI ISO 30415, oltre che da un avvocato/consulente del lavoro.


Qual è il percorso per ottenere la Certificazione?


  1. Checkup e analisi: si raccolgono tutte le informazioni utili per misurare il livello di maturità rispetto alla parità di genere;

  2. Progettazione e implementazione del sistema: un team composto da esperti di Sistema di gestione, consulenti HR, ICT data analisyst affiancherà la direzione HR per strutturare e adottare un insieme di KPI che garantiscano la possibilità di misurare i progressi secondo le prassi di riferimento UNI/PdR 125:2022;

  3. Audit Interno: realizzazione dell’audit interno e assistenza durante la verifica per l’ottenimento della certificazione del Sistema da parte di un Organismo di Certificazione;

  4. Formazione e sistema di gestione: Percorsi formativi per sensibilizzare i collaboratori sugli obiettivi e le responsabilità legati al sistema di gestione;

  5. Audit di Certificazione: supporto al Cliente verificando organismi di certificazione accreditati, raccolta preventivi, assistenza al cliente;

  6. Revisione del sistema/monitoraggio opportunità: periodicamente è necessaria una verifica del sistema di gestione e controllo continuo e proattivo di ogni opportunità di risparmio o agevolazione per l’impiego.


Bando Regione Lombardia Il bando intende finanziare la PMI lombarde per il conseguimento della certificazione della parità di genere, tramite die Linee di finanziamento:

  • Copertura dei costi di consulenza

  • Copertura dei costi di certificazione

La dotazione finanziaria è pari a 10.000 euro e le domande possono essere presentate (dal 01.02.2023) fino ad esaurimento fondi. Tali fondi rientrano dei regimi di aiuto di stato De minimis.


Agevolazioni Fiscali Le aziende che abbiano ottenuto la certificazione saranno esonerate dal versamento degli oneri contributivi, per un valore pari all'1% sulla generalità dei lavoratori dipendenti e fino ad un massimo di 50.000 euro annui.

A chi rivolgersi Gruppo Holos, grazie anche alla stretta collaborazione con Fiabilis partner qualificato per intraprendere questo percorso di certificazione, può affiancare le imprese nel processo di adozione degli strumenti di monitoraggio e analisi di tutti i KPI necessari e fornire tutte le soluzioni HR necessarie.

23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page